Archivi categoria: Cucina

Apre Ravigan, il primo ristorante “primordiale” campano

Gourmet e tradizione rivisitata, il tutto condito da un modo tutto nuovo di immaginare il “cucinare”. Apre il Ravigan, primo ristorante “primordiale” campano ed il menù è tutto un programma grazie alla collaborazione con #ficheraversion. L’ inaugurazione fissata per lunedì 9 gennaio ore 19 a Cardito (NA).

Il Ravigan punta da subito a diventare il pub più innovativo della Campania: un nuovo modo di intendere la cucina e la socialità, soprattutto aldilà dei social. Qui non parliamo, infatti, di Facebook, Twitter e simili, la mission dei soci di questo progetto imprenditoriale è diventare un punto di riferimento e d’incontro per tutti. Non solo mangiare e bere ma soprattutto, stare insieme, conoscersi, divertirsi e condividere. Ravigan vuole essere la casa di tutti coloro che credono nella socialità, nella buon musica, nei format innovativi con un occhio e mezzo strizzato a chi cerca il gusto del buon cibo, il bere di qualità e i dolci artigianali. Punto forte del menù è sicuramente la collaborazione con #ficheraversion, il noto brand del cuoco Francesco Fichera, che ha messo la sua impronta su diversi piatti del menù e che marchierà tutte le portate del Ravigan, grazie alla presenza come resident chef della sua fidatissima cuoca Monica Evangelista.

Caratteristica base: la cucina primordiale.
Un modo di cucinare che parte dalle tecniche primordiali puntando a unire a queste le conoscenze moderne per restituire sapori nuovi e genuini. Pietra miliare del menù del Ravigan è, senza dubbio, una particolare rivisitazione de ‘o ‘mbruoglio, di tradizione squisitamente partenopea, ri-immaginato dagli chef della casa.Un ristogastropub, come amano definirlo i proprietari, che mira ad essere uno spazio d’inclusione, oltre che di ristorazione, una casa comune per tutti coloro che credono nella “condivisione”, non solo sui social network.

PIPERITA TI PORTA IN CUCINA. PREPARIAMO COUS COUS CON VERDURE, MELA E UVA PASSA

Piperita è un ristorante vegetariano e vegano, si trova alle porte di Napoli e più precisamente a Casalnuovo. Il locale delle sorelle Delle Cave, Terry ed Imma, ha rivisitato la cucina classica, presentandola ai clienti in chiave vegana e vegetariana. Lo scopo è educare i palati di tutti, soprattutto dei non vegani e dei non vegetariani, che sono assuefatti da sapori forti tipici della nostra cucina, avvicinandoli ad un’alimentazione più sana.

Per info e prenotazioni 081 842 39 55. Piperita lo trovi in Viale dei Platani,2 -Casalnuovo di Napoli

Piperita, il menù fisso a 9 euro per un pranzo da leccarsi i baffi!

Grande successo e affluenza per la nuova formula pranzo di Piperita, ristorante vegetariano e vegano di Casalnuovo, Napoli. Come si legge dalla pagina facebook del locale, Piperita, ha scelto di dare la possibilità alla propria folta clientela di gustare un pranzo eccezionale. Dal lunedì al sabato, a soli 9,00 euro infatti, si potrà pranzare con un menù fisso che comprende:

  • antipasto: bruschette miste dell’orto
  • primo a scelta tra: spaghetti o pennette ai pomodorini e basilico; piatto del giorno; carbonara veg; cous cous di verdure; insalatona mista dello chef.
  • Secondo piatto: tris di verdure di stagione

Inoltre, inclusi nel prezzo anche acqua, vino e pane!

15055820_1139444609482080_5480493026063796257_n

Per info 

Piperita ti porta in cucina. Prepariamo la fantasia di orzo perlato e azuki

dsc_1024Piperita è un ristorante vegetariano e vegano, si trova alle porte di Napoli e più precisamente a Casalnuovo. Il locale delle sorelle Delle Cave, Terry ed Imma, ha rivisitato la cucina classica, presentandola ai clienti in chiave vegana e vegetariana. Lo scopo è educare i palati di tutti, soprattutto dei non vegani e dei non vegetariani, che sono assuefatti da sapori forti tipici della nostra cucina, avvicinandoli ad un’alimentazione più sana.

 

Per info e prenotazioni 081 842 39 55. Piperita lo trovi in Viale dei Platani,2 -Casalnuovo di Napoli

III ed. “Jazz & Baccalà” al Summarte, ospiti STEFANO DI BATTISTA with DEA TRIO

thumbnail_14368820_10207029753318159_3719285157776708481_nSomma Vesuviana (NA) – Torna al teatro Summarte di Somma Vesuviana, dopo due stagioni fortunatissime la rassegna musicale “Jazz & Baccalà” in collaborazione con l’associazione Musicology. La terza stagione aprirà i battenti il prossimo 13 novembre con il concerto di Stefano Di Battista with DEA Trio. Anche quest’anno la direzione artistica è stata affidata al batterista di fama internazionale e sommese doc, Elio Coppola, arricchendosi della collaborazione di radio punto nuovo, media partner di ogni evento. La kermesse, che unisce la buona musica interpretata dai grandi nomi del panorama jazz al gusto della tradizione culinaria della nostra terra, porterà anche quest’anno artisti di calibro internazionale che a turno saliranno sul palcoscenico di via Roma per incantare tutto il pubblico. Al ritmo di “Jazz&Baccalà”, tornano in tavola anche i piatti dello chef di 800 Borbonico, tutti a base di baccalà, così come vuole la tradizione sommese, preparati con la pasta di Antonio Massa, pastificio di Gragnano. Prelibatezze che i presenti potranno degustare alla Caffè Chantal prima di ogni spettacolo. Le foto di tutti gli eventi saranno realizzate da Spectrafoto. Dinner ore 21, start concerto ore 22.15.

DEA Trio è uno dei progetti jazz più longevi in Campania. Dopo 15 anni dalla sua creazione, il trio presenta il primo album, edito dall’etichetta Itinera dal titolo “Secret Love” e presentato lo scorso settembre al Pomigliano Jazz Festival. Lunga gestazione per un prodotto pregevole: un mix di brani inediti e standard di Brubeck, Kern e Gershwin, dove le personalità di Daniele, Elio e Andrea si esprimono in assoli mozzafiato, frutto del lungo lavoro quasi ventennale che ha accomunato i tre. Durante il concerto sarà possibile acquistare una copia autografata del disco. Per l’occasione il gruppo sarà accompagnato dal sassofonista di fama mondiale Stefano Di Battista. Da Jean-Pierre Como che lo invita a suonare a Parigi al batterista Roberto Gatto, dal contrabbassista francese Michel Benita al batterista Aldo Romano,, Di Battista ha iniziato la sua carrire a soli 13 anni e nel corso del tempo ha lavorato con i più grandi girando il mondo.

Nel ’97 il suo primo album per la Label Bleu, dal titolo “Volare”, lo vede al fianco di Flavio Boltro alla tromba, Eric Legnini al piano (il suo pianista di questi ultimi anni), Benjamin Henocq alla batteria e Rosario Bonaccorso al contrabbasso (“la ritmica che ho sempre desiderato”). Nel ’98 arriva il suo primo ingaggio per la storica Blue Note, per la quale inciderà l’album “A prima vista”, accompagnato dalla stessa formazione di musicisti, che tra le altre cose diventerà il suo gruppo stabile di riferimento. Nel luglio’00, la registrazione di un disco magistrale dove Stefano è affiancato dall’incomparabile presenza di Elvin Jones alla batteria (il leggendario batterista di John Coltrane), Jacky Terrasson al piano e Rosario Bonaccorso al contrabbasso. Il disco, dall’omonimo titolo, uscirà poi nell’Ottobre 2000. Il nuovo disco, oltre ad avere grandi riconoscimenti da parte della critica internazionale, ha vinto il prestigioso premio francese Telerama, classificandosi al primo posto nelle classifiche europee come disco più venduto.Di recente Stefano Di Battista ha lavorato a teatro con lo scrittore Erri De Luca nello spettacolo “La musica provata”

Di seguito tutti gli appuntamenti della terza edizione della rassegna “Jazz & Baccalà”:

Ad aprire la stagione il 13 novembre ci sarà Stefano Di Battista with “Dea Trio”; il 26 novembre saranno in concerto Javier Girotto & Francesco Nastro trio; si continua il 2 dicembre con Tony Esposito with Lino Pariota e Claudio Romano; il 23 dicembre sarà la volta di Fabrizio Bosso con Ricci/Caps/Coppola trio; l’anno nuovo inizia il 13 gennaio con Aldima Jazz Tango feat Simona De Rosa;il 3 febbraio salirà sul palco Enrico Rava con Elio Coppola 4ET; il 17 febbraio è la volta di Marco Zurzolo 4ET “Chiamate Napoli…081”; il 3 marzo ci sarà Antonio Onorato feat Joe Amoruso; chiude la stagione Denise King 4Et il 17 marzo.

Bocconcini di fichi con formaggio e pistacchio

1469460392050INGREDIENTI:

8 fichi neri non troppo maturi; 200 g di formaggio fresco morbido; 1 rametto di rosmarino; 2 manciate di pistacchi non salati; 1/2 peperone giallo; sale marino integrale q.b.; 2 spicchi di pepe bianco macinato fresco.

 

PROCEDIMENTO:

Lavate delicatamente i fichi e asciugateli con un panno morbido. Fateli freddare bene in frigo e nel frattempo lavorate con una forchetta il formaggi, per ammorbidirlo, e aggiungete un pizzico di sale e un pizzico di pepe bianco. Sbucciate i pistacchi e tostateli in una padella antiaderente per 2-3 minuti. Tritate grossolanamente metà dei pistacchi e tenete intatti i rimanenti. Lavate il rametto di rosmarino, il peperone e asciugate tutto per bene. Tagliate il peperone a listarelle molto sottili. Togliete i fichi dal frigo e tagliate ognuno di essi in tre parti seguendo una linea orizzontale. Farciteli con il formaggio, qualche aghetto di rosmarino, i pistacchi tritati e qualche listarella di peperone. Conservate in frigo e tirateli fuori 30 minuti prima di servirli in tavola accompagnati da qualche pistacchio intero.

Difficoltà: bassa

Preparazione: 20 minuti

Dosi per 4 persone

Niente Cottura